Jennifer rosa

JENNIFER ROSA è un collettivo di ricerca in arte contemporanea attivo a Vicenza dal 2005.

A partire da un nucleo di performer e autori provenienti essenzialmente dalla danza contemporanea – Chiara Bortoli, Francesca Raineri, Francesca Contrino, Vasco Manea, la ricerca del collettivo è andato via via espandendosi nella direzione della performing art e delle arti visive, anche attraverso la collaborazione e gli apporti di Fiorenzo Zancan, videoartista, e di Andrea Rosset, fotografo.

Dal 2011 il collettivo ha un suo studio a Vicenza, il VOLL.

Il corpo, la figura umana, la presenza, il tempo dell’esserci e dell’accadere sono i temi principali di un’esplorazione che si articola attraverso la performance, il video, la videoinstallazione, la fotografia. Lontano dal racconto, dai modi del rituale teatrale e della rappresentazione, Jennifer rosa sceglie uno spazio estetico di confine, in bilico tra quotidiano e artificio, corpo e immagine, trasporto emozionale e lucido esercizio, caos e linguaggio. E’ uno spazio di tensioni opposte, un luogo di esperienza soggettiva osservato da un punto di vista quanto più possibile oggettivo, grazie alla costruzione di particolari setting o dispositivi.

I loro lavori sono stati presentati in festival, eventi ed esposizioni in Italia, Francia, Germania e Stati Uniti. La mostra “Impersonal Solo Show” a Laconia Gallery di Boston (settembre 2014) è stata recensita da Peter Kalb nella rivista Art in America.

Per menzionare i più significativi:

  • Progetto 021UP / Rubbio 2017
  • In Touch / Castelfranco Veneto 2017
  • Post.com / Montevideo 2016
  • Finisterre 2016 / Valdagno 2016
  • Periferico Festival 2016 / Modena 2016
  • Peraspera Festival / Bologna 2015
  • Festival A piede libero – Incursioni urbane nei luoghi dell’attesa / Mogliano Veneto 2015
  • Stato in luogo / Schio 2015
  • Rassegna momentaneamente SOPRAVVISSUTI / Teatro Bixio, Vicenza 2015
  • Impersonal Solo Show – a cura di James Hull / Laconia Gallery, Boston 2014
  • Cronache di un ritratto mancato – a cura di Carlo Sala – Festival F4 / un’idea di fotografia / Pieve di Soligo 2014
  • Festival A piede libero – Incursioni urbane nei luoghi dell’attesa / Mogliano Veneto 2014
  • Boston-Como – a cura di Carolina Lio /Como 2013
  • Pulsart-Restart e GHISA Art Fusion / Schio 2013
  • Festival A piede libero – Incursioni urbane nei luoghi dell’attesa / Mogliano Veneto 2013
  • Rassegna Naturalmente diversi / Teatro Bixio, Vicenza 2013
  • TotemArtFestival / Ferrara 2013
  • Buongiorno/Arrivederci – a cura di Barbara Fragogna – Emerson Gallery / Berlino 2012
  • Serra dei giardini di Sant’Elena / Venezia 2012
  • Rassegna Costellazioni. Tracciati anticrisi / Teatrino Groggia, Venezia 2012
  • Festival Entrata d’emergenza / Vicenza 2012
  • Festival A piede libero – Incursioni urbane nei luoghi dell’attesa / Mogliano Veneto 2012
  • Festival Variazioni impreviste / Padova 2012
  • O’ / Milano 2011
  • Kunst Haus Tacheles / Berlino 2011
  • Festival Teatri di Vetro / Roma 2011
  • Festival Biblico / Bassano del Grappa 2011
  • Abnormals Gallery / Berlino 2010
  • Festival Urbanica / Ferrara 2010
  • Festival Comodamente / Vittorio Veneto 2010
  • Walking / Forte Marghera, Venezia 2010
  • Biennale danza – Marathon of the unexpected / Venezia 2010
  • Festival Il coreografo elettronico / Napoli 2010
  • Domaine de Tizé / Rennes 2009
  • Reiss Arti Performative / Torino 2009
  • Théatre Coté Cour / Mézin (FR) 2009
  • Galleria Primo Piano Arte Studio / Vicenza 2009
  • Centre Point Ephémère / Parigi 2008
  • Fucina.off ’08 – Simposio sulle arti emergenti / Spoleto 2008
  • Evento D’amore vero nel vero / Asolo 2008
  • SPAC Spazio Pubblico Arte Contemporanea / Udine-Buttrio 2007
  • Museo Casa Bianca / Malo 2007
  • Jarach Gallery / Venezia 2007
  • Festival Lavori in pelle / Alfonsine 2006
  • Opera Estate Festival / Bassano del Grappa 2006

Premi:

  • La videoinstallazione MADRI E FIGLIE è stata selezionata al Premio ORA 2011.
  • Il video FRANCESCHE ha vinto il Premio Produzioni Indipendenti al Festival Il Coreografo Elettronico 2010 di Napoli e la Menzione speciale al concorso Doppia V/Festival Teatri di Vetro 2011 di Roma.
SILICIO